NUOVO CINEMA CIRCO – 13 e 14 settembre

Giovedì 13 Settembre ore 21:00
Venerdì 14 Settembre
ore 21:00

 

Quest'anno Arci Valdera ed il Cineclub Agorà Pontedera ospiteranno per due imperdibili serate il XVII Meeting CircoSfera con il ciclo Nuovo Cinema Circo - Il Circo dell'impossibile, a cura di Raffaele De Ritis, regista e storico di arti circensi tra i più noti. Non mancate!

IL CIRCO DELL'IMPOSSIBILE
Autentica e funzionante macchina del tempo brevettata per viaggiare attraverso la storia e i protagonisti delle arti circensi. Uno spettacolo di circo aperto al pubblico con i più grandi artisti di tutti i tempi… In collaborazione con l’archivio storico di Raffaele De Ritis e con Circopedia.com, verrà composto un programma tematico esclusivo di filmati di numeri circensi integrali di varie epoche della storia del circo.
Al termine della proiezione incontro con il pubblico e gli operatori presenti in sala, per commenti e approfondimenti moderati da Raffele De Ritis sullo spettacolo “impossibile” e sui suoi artisti senza tempo.

 

Raffaele De Ritis (1967), laureato in Storia del Cinema, regista e storico di arti circensi tra i più noti. Già assistente di Arturo Brachetti e di Jerome Savary, consulente di Raitre per circo e magia, ha diretto il “Monte Carlo Magic Stars” al teatro Princesse Grace di Monaco. Ha diretto spettacoli in Russia (Circo Stabile di Mosca), Canada (Cirque du Soleil), Hollywood (Circo Barnum), Broadway (Big Apple Circus). Autore di numerosi saggi e opere sulle arti circensi, collabora con le maggiori riviste di settore. E’ direttore del progetto Astley’s Place.

Buone visioni al Circolo Cinematografico Agorà

TORO SCATENATO – dal 19 al 27 settembre

Mercoledì 19 Settembre ore 21:30 (versione italiana)
Giovedì 20 Settembre ore 10:00 16:30 21:30 (versione originale e sottotitolata)

Mercoledì 26 Settembre ore 21:30 (versione italiana)
Giovedì 27 Settembre ore 10:00 16:30 21:30 (versione originale e sottotitolata)

TORO SCATENATO

UN FILM DI Martin Scorsese. CON Robert De Niro, Joe Pesci, Cathy Moriarty, Coley Wallace, Frank Adonis, James V. Christy GENERE Biografico. DURATA 129 minuti. USA, 1980 – Cineteca di Bologna.

TRAMA: Storia di Jake La Motta, un duro italo-americano del Bronx che divenne campione mondiale dei pesi medi all’indomani della seconda guerra mondiale. Detronizzato da Sugar Ray Robinson, si ritira a vita privata. Abbandonato dalla moglie, rovinato da una serie di iniziative economiche sballate, La Motta sembra finito. Riuscirà però a trovare un nuovo, seppur modesto successo, come intrattenitore nei night club. L’italo americano Martin Scorsese racconta di un altro italo-americano famoso con memorabili immagini in bianco e nero. De Niro ci dà una delle sue migliori (e più estenuanti) interpretazioni.

Buone visioni al Circolo Cinematografico Agorà

NOVECENTO – dal 2 al 10 maggio

ATTO PRIMO
Mercoledì 2 Maggio Ore 21:30
Giovedì 3 Maggio Ore 10:00 matinée - 16:30 - 21:30

ATTO SECONDO
Mercoledì 9 Maggio Ore 21:30
Giovedì 10 Maggio
Ore 10:00 matinée - 16:30 - 21:30

NOVECENTO

UN FILM DI Bernardo Bertolucci. CON Robert De Niro (Alfredo), Gérard Depardieu (Olmo), Sterling Hayden (Leo), Dominique Sanda (Ada), Francesca Bertini (suor Desolata), Laura Betti (Regina),Werner Bruhns (Ottavio), Stefania Casini (Neve), Alida Valli (signora Pioppi), Romolo Valli (Giovanni Berlinghieri), Donald Sutherland (Attila), Burt Lancaster (Alfredo nonno), Stefania Sandrelli (Anita). GENERE Drammatico. DURATA 310' (Atto primo 155' - Atto secondo 155'). Italia, 1975 - Cineteca di Bologna.

 

TRAMA: Emilia, 25 aprile 1945. Nelle campagne parmensi i partigiani catturano gli ultimi fascisti; un ragazzo tiene sotto tiro il ricco proprietario terriero Alfredo Berlinghieri (Robert De Niro). Con un salto temporale l’azione si sposta al 1900, anno di nascita di Alfredo, futuro erede dei possedimenti del padre, e di Olmo Dalcò (Gérard Depardieu), figlio di una contadina che lavora presso la famiglia Berlinghieri. I due, crescendo, stringono un legame d’amicizia molto forte a dispetto della diversa estrazione sociale e degli eventi storici che tendono ad allontanarli: prima il servizio di leva che li assegna a reparti diversi durante la Grande Guerra, poi l’avvento del regime fascista che privilegia i latifondisti scatenando la ribellione contadina. Negli anni Venti, Olmo e Alfredo incontrano quelle che diventeranno le rispettive mogli: Anita (Stefania Sandrelli), fervente socialista conosciuta dal primo in una Casa del Popolo, e Ada (Dominique Sanda), che il secondo incontra durante una visita allo zio Ottavio. Gli anni Trenta sembrano separare definitivamente i due protagonisti, ma la loro profonda amicizia è destinata a sopravvivere.

Restaurato da 20th Century Fox, Paramount Pictures, Istituto Luce – Cinecittà e Cineteca di Bologna, con la collaborazione di Alberto Grimaldi e il sostegno di Massimo Sordella, presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata.

Buone visioni al Circolo Cinematografico Agorà