NUOVO CINEMA CIRCO – 13 e 14 settembre

Giovedì 13 Settembre ore 21:00
Venerdì 14 Settembre
ore 21:00

 

Quest'anno Arci Valdera ed il Cineclub Agorà Pontedera ospiteranno per due imperdibili serate il XVII Meeting CircoSfera con il ciclo Nuovo Cinema Circo - Il Circo dell'impossibile, a cura di Raffaele De Ritis, regista e storico di arti circensi tra i più noti. Non mancate!

IL CIRCO DELL'IMPOSSIBILE
Autentica e funzionante macchina del tempo brevettata per viaggiare attraverso la storia e i protagonisti delle arti circensi. Uno spettacolo di circo aperto al pubblico con i più grandi artisti di tutti i tempi… In collaborazione con l’archivio storico di Raffaele De Ritis e con Circopedia.com, verrà composto un programma tematico esclusivo di filmati di numeri circensi integrali di varie epoche della storia del circo.
Al termine della proiezione incontro con il pubblico e gli operatori presenti in sala, per commenti e approfondimenti moderati da Raffele De Ritis sullo spettacolo “impossibile” e sui suoi artisti senza tempo.

 

Raffaele De Ritis (1967), laureato in Storia del Cinema, regista e storico di arti circensi tra i più noti. Già assistente di Arturo Brachetti e di Jerome Savary, consulente di Raitre per circo e magia, ha diretto il “Monte Carlo Magic Stars” al teatro Princesse Grace di Monaco. Ha diretto spettacoli in Russia (Circo Stabile di Mosca), Canada (Cirque du Soleil), Hollywood (Circo Barnum), Broadway (Big Apple Circus). Autore di numerosi saggi e opere sulle arti circensi, collabora con le maggiori riviste di settore. E’ direttore del progetto Astley’s Place.

Buone visioni al Circolo Cinematografico Agorà

TORO SCATENATO – dal 19 al 27 settembre

Mercoledì 19 Settembre ore 21:30 (versione italiana)
Giovedì 20 Settembre ore 10:00 16:30 21:30 (versione originale e sottotitolata)

Mercoledì 26 Settembre ore 21:30 (versione italiana)
Giovedì 27 Settembre ore 10:00 16:30 21:30 (versione originale e sottotitolata)

TORO SCATENATO

UN FILM DI Martin Scorsese. CON Robert De Niro, Joe Pesci, Cathy Moriarty, Coley Wallace, Frank Adonis, James V. Christy GENERE Biografico. DURATA 129 minuti. USA, 1980 – Cineteca di Bologna.

TRAMA: Storia di Jake La Motta, un duro italo-americano del Bronx che divenne campione mondiale dei pesi medi all’indomani della seconda guerra mondiale. Detronizzato da Sugar Ray Robinson, si ritira a vita privata. Abbandonato dalla moglie, rovinato da una serie di iniziative economiche sballate, La Motta sembra finito. Riuscirà però a trovare un nuovo, seppur modesto successo, come intrattenitore nei night club. L’italo americano Martin Scorsese racconta di un altro italo-americano famoso con memorabili immagini in bianco e nero. De Niro ci dà una delle sue migliori (e più estenuanti) interpretazioni.

Buone visioni al Circolo Cinematografico Agorà

“Hitchcock/Truffaut”, di Kent Jones

Hitchcock-Truffaut-2015-3

Non filmo mai un “pezzo di vita”, perché tutti lo possono trovare senza alcuna difficoltà a casa loro, nelle strade e anche davanti l’ingresso del cinema. Non c’è bisogno di pagare per vedere “un pezzo di vita”. Del resto non mi interessano nemmeno i soggetti puramente fantastici, perché è importante che il pubblico possa riconoscersi nei personaggi. Girare un film, per me, significa innanzitutto raccontare una storia. Questa storia può essere inverosimile, ma non deve mai essere banale. È preferibile che sia drammatica e umana. Il dramma è una vita dalla quale sono stati eliminati i momenti noiosi.

Nel 1966 un giovane Truffaut realizza il suo sogno: incontrare ed intervistare Alfred Hitchcock, forse l’autore Hollywoodiano più amato dall’intero movimento della Nouvella Vague. Per l’autore de I quattrocento colpi è l’occasione per confrontarsi con quello che, da lì a pochi anni, sarebbe diventato uno degli autori più celebrati ed apprezzati della storia (molti dei film di Hitchcock, compreso La donna che visse due volte, ricevettero il dovuto apprezzamento critico solo anni dopo la loro uscita; forse in non piccola parte grazie anche alla devozione delle nuove generazioni di registi ed autori). Il risultato è un libro intervista, Hitchcock/Truffaut: un must per chi il cinema lo fa, per chi lo ama e anche solo per chi vuole avere un’idea di quello che sia stato il “passaggio del testimone” all’interno della settima arte durante la seconda metà del secolo scorso.

Nel 2015 ci pensa il regista Kent Jones a raccontare la genesi di questo pezzo di Storia, assieme alla testimonianza di registi che hanno visto in Hitchcock/Truffaut un pezzo essenziale del loro mestiere: Martin Scorsese, Wes Anderson, David Fincher e tanti altri.

Gli orari:

  • Giovedì 19 Maggio | 21:30
  • Giovedì 26 Maggio | 21:30
  • Giovedì 2 Giugno | 21:30

Ci vediamo all’Agorà! Non mancate 😉