Florence, un film di Stephen Frears

Florence

Nel 1944 l’ereditiera Florence Foster Jenkins è tra le protagoniste dei salotti dell’alta società newyorchese. Mecenate generosa, appassionata di musica classica, Florence, con l’aiuto del marito e manager, l’inglese St. Clair Bayfield, intrattiene l’élite cittadina con incredibili performance canore, di cui lei è ovviamente la star. Quando canta, quella che sente nella sua testa come una voce meravigliosa, è per chiunque l’ascolti orribilmente ridicola. Protetta dal marito, Florence non verrà mai a conoscenza di questa verità. Solo quando Florence deciderà di esibirsi in pubblico in un concerto alla Carnegie Hall, senza invitati controllati, St. Clair capirà di trovarsi di fronte alla più grande sfida della sua vita.

La storia di Florence Foster Jenkins è rimasta intoccata dal cinema per 70 anni, fino a che due film sono stati realizzati nello spazio di poco più di un anno. Dopo il francese, e convincente, Marguerite di Xavier Giannoli, arriva ora quello ideato prima, ma dalla lavorazione più laboriosa: Florence, diretto dal britannico Stephen Frears. Il compito di interpretare la ricca esponente dell’alta società newyorkese con una passione febbrile per il canto è affidato a Meryl Streep; in fondo chi altro avrebbe potuto farlo, con la sua carismatica imponenza e lo sprezzo del rischio di andare un’ottava oltre lo spartito. Perché la particolarità di Florence Foster Jenkins è che non si limita a del sano mecenatismo delle arti musicali, ma si diletta in prima persona in concerti per amiche danarose e generosi iscritti al suo ristretto circolo The Verdi Club, da lei fondato alla fine degli anni ’20. Due precisazioni sono indispensabili: primo, la vicenda si svolge nel 1944; secondo, ben più importante, è stonata come una campana, probabilmente la peggior cantante del mondo, come titolerà con neanche troppa malignità il critico musicale del New York Post. Nonostante questo ogni sua esibizione è un successo, solo applausi e sorrisi da un pubblico per cui allisciare la ricchissima dama vale più del riscontro dei danni al sistema uditivo. A proteggerla dalle intrusioni della stampa o dei curiosi ci pensa il devoto marito, specializzato da anni nel tacitare o ben oliare. Il loro è un rapporto tanto simbiotico quanto aperto: St. Clair, il marito più giovane interpretato da uno Hugh Grant in gran spolvero, si occupa teneramente di Florence, malata da molti anni; ma “l’amore prende varie forme”, e per i piaceri della carne ha la “fidanzata”, con cui vive lontano dalla moglie, dalla grazia di una Rebecca Ferguson. Una dinamica che niente toglie alla devozione per l’amata, dimostrata con attenzioni e sorrisi complici, oltre che con le parole. A dirla tutta ci ha convinto più un irresistibile e ormai ben maturo Hugh Grant, ironico e affettuoso, rispetto a una Streep alle prese con un ruolo troppo bello per non gettarsi a do di petto in fuori, caricando troppo ugola e smorfie; per intenderci filone Mamma mia e Julie & Julia. La tensione su cui si regge il film è quella fra talento e passione: quanto quest’ultima può essere seguita con tanta cieca indifferenza per quel talento necessario a nobilitarla? Un dubbio giunge nella migliore scena del film, in cui Florence va a trovare il suo pianista (l’ottimo Simon Helberg, il Wolowitz di The Big Bang Theory) per portargli la loro unica incisione, ancora ascoltabile su youtube. Si mette a strimpellare un preludio di Chopin con una mano, la sinistra ha una malattia ai nervi che l’ha costretta da ragazza ad abbandonare il sogno di diventare pianista. In quel momento sembra togliere la maschera, dimostrare il suo orecchio per la musica che non può non riconoscere la sua pessima voce: che sia talento anche la dissimulazione con cui affronta la sua carriera amatoriale? Importa sempre meno che la sua voce corrisponda ai canoni, è uno dei meriti di Frears. La passione rende brutalmente sincera, a suo modo un capolavoro, l’esibizione alla Carnagie Hall per le truppe: un sogno che diventa realtà. Stephen Frears si diverte raccontando di critici corrotti da una festa e qualche donna, della corte che protegge Florence in un cordone di approvazione. Peccato si pensi, specie negli ultimi venti minuti, più a soddisfare il momentaneo sorriso che l’analisi più profonda delle dinamiche di personaggi interessanti, ma meglio approfonditi in Marguerite. A modo loro i due coniugi si sono liberati dell’angoscia di non avere talento: lei si convince contro tutto e tutti, ma forse non se stessa, di essere una cantante di classe, lui è un attore inglese di terz’ordine, per cui “è stata dura ammetterlo, ma una volta fatto mi sono sentito liberato dalla tirannia dell’ambizione.” Ha iniziato a vivere, e ha trovato in Florence la sua improbabile ma perfetta anima gemella. Perché “senza lealtà non c’è niente”, ma qualche bugia o recensione negativa nascosta aiutano a vivere meglio..

 

Mauro Donzelli – cooming soon.it

Gli orari:

venerdì 17 febbraio ore 21:30

sabato 18 febbraio ore 20:15 – 21:30

domenica 19 febbraio ore 15:45 – 18:00 – 20:15 – 22:30

martedì 21 febbraio ore 10:00 (cinemamme)

martedì 21 febbraio ore 21:30

Il trailer:

se vuoi vedere la programmazione completa clicca qui

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

PROGRAMMAZIONE 01 FEBBRAIO – 30 MARZO

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoMARTEDÌ 01 FEBBRAIO ORE 21:30
MERCOLEDÌ 02 FEBBRAIO ORE 21:30

L’ULTIMA SPIAGGIA

UN FILM DI Thanos Anastapoulos e Davide del Degan.
GENERE Documentario DURATA 119 min. Italia 2016.Istituto Luce – Cinecittà

TRAMA: Un anno trascorso in una spiaggia popolare a Trieste, dove un muro di tre metri separa ancora oggi gli uomini dalle donne. Una riflessione sui confini, le identità, le generazioni…Una tragicommedia sulla natura umana.

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

VENERDÌ 3 FEBBRAIO ORE 21:30
SABATO 4 FEBBRAIO ORE 20:30 – 22:30
DOMENICA 5 FEBBRAIO ORE 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30
MARTEDÌ 7 FEBBRAIO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 7 FEBBRAIO 21:30

LA VITA POSSIBILE

UN FILM DI Ivano De Matteo.
CON Margherita Buy, Valeria Golino, Andrea Pittorino, Bruno Todeschini
GENERE Drammatico DURATA 107 min. Italia 2016. Teodora film

TRAMA: In fuga da un marito violento, Anna e il figlio Valerio sono accolti a Torino in casa di Carla, attrice di teatro e amica di Anna di vecchia data. I due cercano di adattarsi alla nuova vita tra tante difficoltà e incomprensioni, ma l’aiuto di Carla e quello inaspettato di Mathieu gli faranno trovare la forza per ricominciare…

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoGIOVEDÌ 9 FEBBRAIO ORE 16: 30 – 21:30

IL DISPREZZO – Le mépris

UN FILM DI Jean-Luc Godard.
CON Brigitte Bardot e Michel Piccolì
GENERE Drammatico DURATA 105 min. Francia, 1963 Cineteca di Bologna

TRAMA Paul Javal, uno scrittore di gialli viene chiamato da un produttore americano, Prokosch, per sceneggiare un film sull’Odissea. Il film dovrebbe essere diretto dal celebre Fritz Lang. Il produttore non nasconde la corte assidua che fa ad Emilia, la giovane moglie dello scrittore. Questo provoca la rottura definitiva fra i due sposi.

VERSIONE RESTAURATA IN LINGUA ORIGINALE

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoVENERDÌ 10 FEBBRAIO ORE 21:30
SABATO  11 FEBBRAIO ORE 20:30 – 22:30
DOMENICA 12 FEBBRAIO ORE 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30
MARTEDÌ 14 FEBBRAIO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 14 FEBBRAIO 21:30

AMORE E INGANNI – Love and friendship

UN FILM DI Whit Stillman.
CON Kate Beckinsale, Chloë Sevigny, Xavier Samuel, Stephen Fry
GENERE COMMEDIA DURATA 92 min. USA- Irlanda, 2016 Academy Two

TRAMA: Una giovane e scaltra vedova, Lady Susan Vernon, per scoprire nuovi pettegolezzi che circolano nell’alta società, decide di trascorrere una vacanza a Churchill, una lussuosa tenuta proprietà della famiglia del marito. Quale miglior modo di approfittare del soggiorno per scovare e assicurarsi, con la complicità della sua confidente Alicia Johnson, un nuovo marito ricco per sé e un buon partito per la figlia…Tratto dal romanzo di Jane Austen.

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoGIOVEDì 16 FEBBRAIO ORE 16: 30 – 21:30

IL DISPREZZO – Le mépris

UN FILM DI Jean-Luc Godard.
CON Brigitte Bardot e Michel Piccolì
GENERE Drammatico DURATA 105 min. Francia, 1963 Cineteca di Bologna

TRAMA: Paul Javal, uno scrittore di gialli viene chiamato da un produttore americano, Prokosch, per sceneggiare un film sull’Odissea. Il film dovrebbe essere diretto dal celebre Fritz Lang. Il produttore non nasconde la corte assidua che fa ad Emilia, la giovane moglie dello scrittore. Questo provoca la rottura definitiva fra i due sposi.
VERSIONE RESTAURATA IN LINGUA ORIGINALE

 

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoVENERDÌ 17 FEBBRAIO ORE 21:30
SABATO  18 FEBBRAIO ORE 20:15 – 22:30
DOMENICA 19 FEBBRAIO ORE 15:45 – 18:00 – 20:15 – 22:30
MARTEDÌ 21 FEBBRAIO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 21 FEBBRAIO ORE 21:30

FLORENCE

UN FILM DI Stephen Frears.
CON Meryl Streep, Hugh Grant, Simon Helberg, Rebecca Ferguson.
GENERE Commedia DURATA 111 min. Gran Bretagna, 2016. Lucky Red

TRAMA: Nel 1944 l’ereditiera Florence Foster Jenkins è tra le protagoniste dei salotti dell’alta società newyorchese. Mecenate generosa, appassionata di musica classica, Florence, con l’aiuto del marito e manager, l’inglese St. Clair Bayfield, intrattiene l’élite cittadina con incredibili performance canore, di cui lei è ovviamente la star…
Programmazione 01 febbraio – 30 marzoGIOVEDÌ 23 FEBBRAIO ORE 21:30

LA PELLE DELL’ORSO

UN FILM di Marco Segato.
CON Marco Paolini, Leonardo Mason, Lucia Mascino, Paolo Pierobon, Maria Paiato, Mirko Artuso
GENERE Drammatico DURATA 92 Min. Italia 2016.  Parthénos

TRAMA: Ambientato negli anni Cinquanta, il racconto segue la storia di Domenico e di suo padre Pietro che, per sbarcare il lunario, accetta una pericolosa scommessa con il suo datore di lavoro: uccidere l’orso che minaccia il piccolo paese nelle Dolomiti dove abitano. I due partono, e un chilometro dopo l’altro la distanza che li separa, a livello umano più che geografico, si fa sempre più sottile.

IN COLLABORAZIONE CON: CAI PONTEDERA

 

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

VENERDÌ 24 FEBBRAIO ORE 21:30
SABATO  25 FEBBRAIO ORE 20:30 – 22:30
DOMENICA 26 FEBBRAIO O ORE 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30
MARTEDÌ 28 FEBBRAIO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 28 FEBBRAIO ORE 21:30

È SOLO LA FINE DEL MONDO
UN FILM DI Xavier Dolan.
CON Léa Seydoux, Marion Cotillard, Vincent Cassel, Gaspard Ulliel, Nathalie Baye
GENERE Drammatico DURATA 95 min. Francia 2016. Lucky Red

TRAMA: Louis, giovane scrittore che da tempo ha lasciato la sua casa di origine per vivere a pieno la propria vita, torna a trovare la sua famiglia con una brutta notizia. Ad accoglierlo il grande amore di sua madre e dei suoi fratelli, ma anche le dinamiche nevrotiche che lo avevano allontanato dodici anni prima…

 

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

MERCOLEDÌ 1 MARZO ORE 21:30
GIOVEDÌ 2 MARZO ORE 21:30

TOWN ON WIRE

UN FILM DI Eyal Blachson e Uri Rosenwaks.
GENERE
Documentario DURATA 96 min. Israele 2015. Indipendente

TRAMA: Nella cadente città israeliana di Lod, a dieci minuti di auto dalla ricca Tel Aviv, vivono gomito a gomito signori della droga palestinesi e coloni ortodossi ebrei. La povertà ha acuito razzismo e violenza, e gran parte dei 75mila abitanti vive nella paura. Il film si inoltra nelle viscere di Lod, udando questa città divisa come specchio delle relazioni tra ebrei e palestinesi.
VERSIONE IL LINGUA ORIGINALE SOTTOTITOLATO IN ITALIANO

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

VENERDÌ 3 MARZO ORE 21:30
SABATO  4 MARZO ORE 20:15 – 22:30
DOMENICA 5 MARZO ORE 15:45 – 18:00 – 20:15 – 22:30
MARTEDÌ 7 MARZO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 7 MARZO ORE 21:30

PATERSON

UN FILM DI Jim Jarmusch.
CON Adam Driver, Golshifteh Farahani, Kara Hayward, Sterling Jerins
GENERE Drammatico/Commedia DURATA 117 min. USA Cinema

TRAMA: Paterson guida gli autobus nella città del New Jersey che porta il suo stesso nome. Ogni giorno rispetta una sorta di routine: attraversa il solito percorso, osserva la città dal suo parabrezza, ascolta frammenti delle conversazioni della gente intorno a lui, scrive poesie, passeggia con il suo cane, si ferma in un bar e beve una birra. Poi va a casa dalla    moglie Laura, il cui mondo è invece in continuo cambiamento…
Programmazione 01 febbraio – 30 marzoMERCOLEDÌ 8 MARZO ORE 21:30
GIOVEDÌ 9 MARZO ORE 21:30

LIBERAMI

UN FILM DI Federica di Giacomo
GENERE Documentario DURATA 90 min. Italia 2016.

TRAMA: Un film sul ritorno dell’esorcismo nel mondo contemporaneo. Il nostro mondo. Ogni anno sempre più persone chiamano “possessione” il loro malessere, in Italia, in Europa, nel mondo. La Chiesa risponde all’emergenza spirituale nominando un numero crescente di preti esorcisti ed organizzando corsi di formazione.

 

il medico di campagna Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

VENERDÌ 10 MARZO ORE 21:30
SABATO 11 MARZO ORE 20:30 – 22:30
DOMENICA 12 MARZO ORE 16:30 – 18:30 – 20:30 – 22:30
MARTEDÌ 14 MARZO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 14 MARZO ORE 21:30

IL MEDICO DI CAMPAGNA – Médecin de campagne

UN FILM DI Thomas Lilti.
CON
François Cluzet, Marianne Denicourt, Christophe Odent, Patrick Descamps
GENERE Commedia DURATA 102 min. Francia 2016 Bim Distribuzione

TRAMA: Tutti gli abitanti di un paesino di campagna possono contare su Jean-Pierre, il medico che li ascolta, li cura e li rassicura giorno e notte, sette giorni su sette. Malato a sua volta, Jean-Pierre assiste all’arrivo di Nathalie, che esercita la professione medica da poco tempo e ha lasciato l’ospedale dove lavorava per affiancarlo. Ma riuscirà ad adattarsi a questa nuova vita e a sostituire colui che si ritiene… Insostituibile?

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

GIOVEDì 16 MARZO ORE 16: 30 – 21:30

AMARCORD

UN FILM DI Federico Fellini.
CON
Bruno Zanin, Pupella Maggio, Armando Brancia, Giuseppe Ianigro, Gianfilippo Carcano.
GENERE Commedia DURATA 127 min. Italia, 1973. Cineteca di Bologna

TRAMA: Amarcord, in dialetto romagnolo, vuol dire “mi ricordo” e il regista ricorda gli anni della sua infanzia, gli anni Trenta, al suo paese. Passano dunque i miti, i valori, il quotidiano di quel tempo: le parate fasciste, la scuola, la ragazza “che va con tutti”, la prostituta sentimentale, la visita dell’emiro dalle cento mogli, lo zio perdigiorno che si fa mantenere…

VERSIONE ORIGINALE RESTAURATA
Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

VENERDÌ 17 MARZO ORE 21:30
SABATO 18 MARZO ORE 20:15 – 22:30
DOMENICA 19 MARZO ORE 15:45 – 18:00 – 20:15 – 22:30
MARTEDÌ 21 MARZO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 21 MARZO ORE 21:30

CAPTAIN FANTASTIC

UN FILM DI Matt Ross.
CON Viggo Mortensen, George MacKay, Samantha Isler, Annalise Basso, Nicholas Hamilton
GENERE Drammatico DURATA 120 min. – USA 2016. Good Films

TRAMA: Ben vive con la moglie e i sei figli, isolato dal mondo nelle foreste del Pacifico nord-occidentale. Cerca di crescere i suoi figli nel migliore dei modi, infondendo in essi una connessione primordiale con la natura. Quando una tragedia colpisce la famiglia, Ben è costretto suo malgrado a lasciare la vita che si era creato, per affrontare il mondo reale, fatto di pericoli ed emozioni che i suoi figli non conoscono…

 

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

GIOVEDÌ 23 MARZO ORE 21:30

EVEREST

UN FILM di Baltasar Kormákur.
CON Josh Brolin, Jason Clarke, John Hawkes, Robin Wright, Emily Watson.
GENERE Drammatico, durata 121 min. – USA 2015. – Universal Pictures

TRAMA: Ispirato da una serie di incredibili eventi accaduti durante una pericolosa spedizione volta a raggiungere la vetta della montagna più alta del mondo, EVEREST documenta le avversità del viaggio di due diverse spedizioni sfidate oltre i loro limiti da una delle più feroci tempeste di neve mai affrontate dall’uomo. Il loro coraggio sarà messo a dura prova dal più crudele dei quattro elementi, gli scalatori dovranno fronteggiare ostacoli al limite dell’impossibile come l’ossessione di una vita intera che si trasforma in una lotta mozzafiato per la sopravvivenza.
IN COLLABORAZIONE CON: CAI PONTEDERA

Programmazione 01 febbraio – 30 marzoVENERDÌ 24 MARZO ORE 21:30
SABATO 25 MARZO ORE 20:15 – 22:30
DOMENICA 26 MARZO ORE 15:45 – 18:00 – 20:15 – 22:30
MARTEDÌ 28 MARZO ORE 10:00 (cinemamme)
MARTEDÌ 28 MARZO ORE 21:30

IL CLIENTE

UN FILM DI Asghar Farhadi.
CON Shahab Hosseini, Taraneh Alidoosti
GENERE Drammatico DURATA 125 min. Iran/Francia 2016 Lucky Red

TRAMA: Emad e Rana sono una giovane coppia di attori costretta a lasciare la propria casa al centro di Teheran a causa di urgenti lavori di ristrutturazione. Un amico li aiuta a trovare una nuova sistemazione, senza raccontare nulla della precedente inquilina che sarà invece la causa di un “incidente” che sconvolgerà la loro vita.

 

Programmazione 01 febbraio – 30 marzo

GIOVEDì 30 MARZO ORE 16: 30 – 21:30

AMARCORD

UN FILM DI Federico Fellini.
CON
Bruno Zanin, Pupella Maggio, Armando Brancia, Giuseppe Ianigro, Gianfilippo Carcano.
GENERE Commedia DURATA 127 min. Italia, 1973. Cineteca di Bologna

TRAMA: Amarcord, in dialetto romagnolo, vuol dire “mi ricordo” e il regista ricorda gli anni della sua infanzia, gli anni Trenta, al suo paese. Passano dunque i miti, i valori, il quotidiano di quel tempo: le parate fasciste, la scuola, la ragazza “che va con tutti”, la prostituta sentimentale, la visita dell’emiro dalle cento mogli, lo zio perdigiorno che si fa mantenere…

VERSIONE ORIGINALE RESTAURATA